Indirizzo email  (nuovo utente?)
Password  (dimenticata?)
RICERCHE
Politica
  Attualità
  Economia
  Lavoro
  Giovani
  Anziani
  Ambiente
  Etica
  Amore
  Religione
  Sport
 
PARTECIPA    (perchè?)
Nota metodologica
  Registrazione
  Newsletter
  Passaparola
  Segnala un tema
  Privacy
  Copyright
 

IN PRIMO PIANO
   
Destra e sinistra

Che distanza c'è oggi tra destra e sinistra?

   
Leadership

Le scelte del leader sono condivise? La frammentazione continuerà?

   
Il consenso

Come si può esprimere il proprio consenso o dissenso?

   
Politica?

Politica è scuola, sanità, fisco, oppure altro?

 
DOSSIER
   
I giovani

I giovani sostengono gli anziani o viceversa?

   
Pubblico e privato

Come assicurare il controllo produttivo e l'innovazione?

 
Home                Opinioni                Registrazione                Passaparola                MERITOCRAZIA
 
Aiutaci (min 1€) a sviluppare questo progetto
Funzioni e Settori

Ogni azienda è solitamente organizzata in funzioni. Vi troviamo la vendita, il marketing, il servizio clienti, la gestione del personale, l’amministrazione, la finanza e il controllo, la logistica, la produzione, i sistemi informativi, ecc. Spesso però si ritiene solo alcune di queste funzioni possa influire in modo determinante sui risultati aziendali e quindi accade che, per esempio, un piano di incentivazione delle persone sia destinato solo ad alcune funzioni, o addirittura, solo ai responsabili di queste funzioni. Sappiamo, invece, che tutte le funzioni sono fatte dalle persone che vi lavorano.

Cos’è che porta alcune aziende a non coinvolgere certe funzioni nei piani di incentivazione? Spesso è la considerazione che alcune funzioni possano funzionare esclusivamente sulla base di processi e procedure ben disegnate. In realtà, nella nostra era della conoscenza, il contributo delle persone è sempre più importante. Questo significa che anche il maggior contributo potenziale delle persone è ancora più importante. Ecco perché è opportuno coltivare, ovunque e ad ogni livello, un ambiente meritocratico, in cui dei piani di incentivazione ben progettati permettano a tutte le persone di esprimere il proprio potenziale ai massimi livelli.

E’ possibile ottenere degli ottimi risultati anche lì dove potrebbero essere impensabili. E’ difficile incontrare aziende che incentivino le persone del reparto contabilità, piuttosto che quelle del reparto marketing o dei sistemi informativi. E’ più facile imbattersi in piani di incentivazione dedicati alla forza vendita oppure ai reparti della produzione. Invece, sarebbe più opportuno disegnare dei programmi che coinvolgano tutte le persone, naturalmente ognuna nel suo ambito di responsabilità, ma senza trascurare nessuno, anche perché l’incentivazione è fonte di dignità e quindi di benessere.

Come si può realizzare un tale programma motivazionale diffuso? Certo, non è una cosa semplice. Il concetto chiave da sviluppare è che tutti i reparti di un’azienda vanno considerati produttivi, anche quelli tradizionalmente ritenuti “improduttivi”, come appunto la contabilità o la gestione delle pratiche dei clienti, ecc. La produttività di qualsiasi funzione può aumentare moltissimo. La riflessione chiave da fare è che, con la giusta motivazione, chiunque può lavorare meglio e più velocemente, cioè con maggiore efficacia ed efficienza. Ad esempio, maggiore velocità non significa fare le stesse cose in minor tempo, ma semplicemente non fare le cose non necessarie.

Vuoi ottenere un'informazione? Vuoi formularci un quesito o richiedere un chiarimento? Puoi procedere online, cliccando i bottoni qui in basso.

I dati personali inviati ed ogni altra informazione sono tutelati dal pieno rispetto della legge ai sensi dell'articolo 13 del Dlgs N.196/2003 sulla privacy e per nessuna ragione verranno ceduti a terzi.

 
L'opinione degli italiani
Un consenso sempre più difficile.
Il dibattito entra in casa.
Iniziativa pubblica o privata?
Professione precario.
Il benessere dei giovani.
Le opportunità per gli anziani.
Quali sono le azioni più urgenti?
Chi fa le regole etiche?
Questo piccolo grande amore.
La Chiesa è meno dogmatica?
Analizziamo le regole sportive.
   
Meritocrazia per crescere
Cosa ci motiva a fare meglio?
Come fai un colloquio di selezione?
Come gestire la performance?
La meritocrazia fa bene alla motivazione?
Gli incentivi producono risultati?
Cosa chiedere in un'indagine sul clima aziendale?
Posso incentivare il ragioniere?
Mi manda quel report aggiornato?
Cosa intendi fare e quanto spesso?
E ora, a chi e come glielo dico?
Faccio anche questo da solo?
 
PrimoPosto MERITOCRAZIA
Motivazione
  Selezione e Inserimento
  Performance Management
  Meritocrazia
  Programmi Motivazionali
  Ricerche e Indagini
  Funzioni e Settori
  Sistemi Informativi
  Pianificazione
  Marketing e Comunicazione
  Consulenza
 
CONSIGLI E CONSULENZE
Sei un privato?
  Sei un'azienda?
  Sei un'istituzione?
  Nuovi Programmi
  Costi e Donazioni
  Quesiti e risposte
  Passaparola
 
ALVostroPosto
Chi Siamo
  Patrocini
  Registrazione
  Contributi e Idee
  Contatti
  Copyright
  Newsletter
 

SEMPREVERDI
   
Vendite telefoniche

Stufi delle vendite telefoniche?

   
Etica e religione

Peccato è reato? C'è etica senza religione?

   
Liberalizzazioni

Le liberalizzazioni sono realmente realizzate?

 
  Copyright 2006 Antonio Loffredo. Tutti i diritti riservati. Privacy  |  Copyright